L’illecito

Non desideriamo sapere se i luoghi in cui siamo passati

sono stati sfiorati,

i muri ridipinti,

e i ponti distrutti;

altrimenti ci sentiamo privi d’identità.

Non so ancora se sia lecito

desiderare l’illecito.

Intanto ti guardo attentamente

come si guarda il telegiornale,

ma fortunatamente quando le mie ciglia si riaprono,

i miei occhi sono nello stesso letto,

nello stesso amore non più bombardato.

E le grandi lancette del tempo scandiscono la nostra pace.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: